Bologna launches a consultation on school meals services

Bologna launches a consultation on school meals services

 

The City of Bologna launched a participative process for the definition of the guidelines on school meals services. For the first time all the aspects concerning the school meals program, such as quality of meals, priority on investments, monitoring system and customer needs, will be defined through a participatory process. In fact, the opinions and comments expressed by citizens during the online consultation will be integrated in the Guidelines for the development of the school canteen service.

The City School Meals Commission, established in 2013 thanks to the alliance between families, the City, the Health Local Service and SE.Ri.BO (the mixed-capital local school meals food service company), drafted a document titled “Guidelines for the development of the school meals service”. The document announces that “school age is the time when the child sets up and consolidates the eating habits. It is in this stage of life that collaboration between institutions, family and school can contribute to the development of a healthy eating style which continues and persists into adulthood. Proper nutrition combined with regular physical activity can prevent excess weight and reduce the risk of developing adult chronic diseases”.

Therefore, there is full awareness that the Municipality of Bologna has an important role in the determination of quality food and educating the younger generation and their families to proper nutrition, preventing the risks of chronic diseases. Now, the process is open to all citizens who can express their ideas and introduce any additions to the document.

To participate:

  1. Join the community “Comunità” of Rete Civica > Access to “Comunità”
  2. Express your preferences in each section of the document.

Particularly, it is possible to send contributions about six main topics:

  1. Quality of alimentation
  2. Staff employed
  3. Investments
  4. Environmental Sustainability
  5. Customer services
  6. Monitoring and evaluation

For more information: openscuola@comune.bologna.it

Link to consultation: Linee di indirizzo per lo sviluppo del servizio di refezione scolastica

 

_______________________________________________________________

 

Servizio di mensa scolastica: è online la consultazione per definire le linee guida

Il Comune di Bologna ha avviato un percorso partecipato per la definizione delle linee guida del servizio di refezione nelle scuole bolognesi.

Grazie al lavoro realizzato dalla Commissione Mensa Cittadina (CMC), istituita dal Comune a marzo 2013, che riunisce formalmente Comune, genitori, AUSL, SE.Ri.BO (società mista attualmente incaricata del servizio), per la prima volta vengono definite alcune specifiche indicazioni sul servizio di refezione dei prossimi anni, in particolare sulla qualità dei pasti, sugli investimenti necessari, sul sistema di monitoraggio e controllo e sulla partecipazione degli utenti

La Commissione Mensa, composta da Comune, genitori e Se.Ri.Bo, ha realizzato il documento “Linee d’indirizzo per lo sviluppo del servizio di refezione scolastica“, articolato in 6 punti, in base al quale verrà poi elaborato il capitolato di gara per la selezione del nuovo gestore del servizio. Il documento specifica che “L’età scolare rappresenta il periodo in cui s’impostano e si consolidano le abitudini alimentari del bambino ed è proprio in questa fase della vita che una migliore collaborazione tra istituzioni, famiglia e scuola può contribuire allo sviluppo di uno stile alimentare salutare, che si protragga e permanga anche nell’età adulta. Attraverso una corretta alimentazione associata a un’attività fisica regolare si può prevenire il sovrappeso e ridurre il rischio di sviluppare in età adulta malattie cronico-degenerative (malattie cardiovascolari, diabete, ipertensione, ecc…). Vi è la piena consapevolezza, quindi, che il Comune di Bologna quando eroga il servizio di ristorazione ha un ruolo importante nella determinazione di un’alimentazione di qualità e nell’educare le giovani generazioni e le loro famiglie a una corretta alimentazione, volta a prevenire l’insorgenza di malattie croniche.

Ora il processo è aperto a tutti i cittadini, che potranno esprimere le proprie idee ed introdurre eventuali integrazioni al documento.

Come fare per partecipare?

Per esprimere le proprie osservazioni è sufficiente:

  1. iscriversi alla sezione “Comunità” della Rete Civica
  2. esprimere la propria preferenza sotto ad ogni singola sezione del documento (tramite “VOTA” o “FAI UNA PROPOSTA”).

In particolare, è possibile inviare i contributi in merito ai 6 argomenti principali:

  1. qualità dell’alimentazione (derrate alimentari, qualità nutrizionale, sicurezza alimentare, gradibilità)
  2. personale impiegato
  3. investimenti
  4. sostenibilità ambientale
  5. rapporto con l’utenza e gli stakeholder del servizio
  6. controlli (misurazioni)

Tutti i contributi e le domande che arriveranno saranno analizzati dal Settore Istruzione e, in base alla pertinenza degli stessi, eventualmente recepiti nelle “Linee di indirizzo”.

La consultazione è a questo link > Linee di indirizzo