Riqualificare per integrare

Riqualificare per integrare

scuolaRoma pullula di edifici degradati e aree urbane in derelizione. La riqualificazione di edifici o di aree verdi della città da ad opera dei cittadini è un atto importante di presa di coscienza, da parte della cittadinanza, della necessità di attivarsi per operare un cambiamento nella società, contribuendo al benessere collettivo. Oltre ad offrire un apporto decisivo alla tutela dei beni comuni urbani, l’attivazione dei cittadini per la riqualificazione di un edificio rappresenta una leva che favorisce l’integrazione e la coesione sociale: fra i promotori dell’attività di riqualificazione del bene comune urbano e gli abitanti del quartiere nel quale si trova e fra tutti coloro i quali partecipano all’ iniziativa. Nel momento in cui l’incuria colpisce edifici non abbandonati, ma di uso pubblico, il fenomeno assume connotazioni particolarmente negative. Un esempio che si può portare è quello delle scuole pubbliche. Molti edifici adibiti ad ospitare strutture scolastiche sono soggetti al degrado e il pericolo al quale sono esposti i  bambini e i ragazzi preoccupa tutti. Un gruppo di genitori di ragazzi iscritti alla Scuola elementare Pisacane di Roma ha deciso di rimboccarsi le maniche e darsi da fare per ottenere più sicurezza per i propri figli. Hanno realizzato interventi di manutenzione (tinteggiatura delle pareti) e di pulizia interna. Hanno inoltre organizzato diverse attività di autofinanziamento (come ad esempio un banco dell’usato al mercato del Pigneto) che hanno permesso l’accumulo di un piccolo fondo che i genitori vorrebbero utilizzare per pitturare le aule.